Quiche lorraine

Diamo un tocco francese al nostro pic nic. Elegante, raffinato, un po’ vintage, forse, ma gustosissimo. La quiche lorraine è la varietà più famosa di quiche, una torta salata a base di uova e formaggio, con un tocco di panna per dare cremosità al ripieno e un po’ di pancetta per aggiungere ancora più gusto. Un piatto che darà certamente un tocco in più al vostro pic nic e che, statene certi, piacerà molto anche ai vostri bambini. Ma ora basta parlare, è ora di cucinare. Vous êtes prêts? On y va! Dosi per 4 persone.

Mettete 180 grammi di farina a fontana sul piano di lavoro, aggiungete un pizzico di sale e 90 grammi di burro ammorbidito a pezzetti. Impastate aggiungendo un po’ d’acqua, poi date all’impasto una forma di palla, copritela con un tovagliolo e lasciatela riposare per mezz’ora.
Intanto sbollentate circa 200 grammi di pancetta a fettine, scolatela, asciugatela e saltatela in padella con 20 grammi di burro. Riprendete la pasta, stendetene circa due terzi con un mattarello in modo da poterci foderare una tortiera di 20 cm di diametro preventivamente imburrata e stendetevi le fettine di pancetta alternate a 150 grammi di formaggio gruyère sempre a fettine. Sbattete 3 uova con un po’ di sale e pepe, aggiungete 3 cucchiai di panna liquida e versate la crema così ottenuta sulla torta salata. Con la pasta rimasta formate un bordo da disporre intorno alla quiche per evitare che il ripieno fuoriesca durante la cottura. Cuocete in forno già caldo a 180° per circa 35-40 minuti.

Potete anche preparare una quiche dal gusto più rustico usando 250 grammi di pasta da pane, alla quale aggiungerete tre cucchiai d’olio extravergine d’oliva e un po’ di pepe.
La quiche è un ottimo piatto per il vostro pic nic, potete consumarla tiepida ma è anche gustosissima fredda, accompagnata da una birra gelata o da vino bianco secco. Potete già fare le porzioni e riporle in un contenitore adatto per il vostro frigo portatile (potete scegliere qui il vostro frigo portatile ideale: primariepd2013.it/mini-frigo/) oppure potete anche preparare delle mini-quiche mono o bi-porzione che saranno molto apprezzate dai commensali.

La salute degli spermatozoi

Guarda che succede ai tuoi spermatozoi quando inizi ad invecchiare:

Tra i 14 e19 anni
Quando hai 14 anni, i tuoi spermatozoi non sono abbastanza in forma e potrebbero non avere la forza di arrivare alla fertilità della donna. Questo potrebbe condurre a nascite con malformazione o addirittura il danneggiamento del DNA.

Tra 20 e 30 anni
Quando arrivi ai 20 anni avrai degli spermatozoi molto più formati rispetto all’età precedente. La maggior parte di essi lotta per sopravivere e sono tutti predisposti per raggiungere l’ovulo. A questa età la possibilità di far nascere un bambino con delle malformazioni è molto inferiore rispetto agli altri raggi di età. Inoltre in questa fase, gli uomini che si sottopongono ad esercizio fisico sono meno predisposti alla disfunzione erettile.

Tra i 30 e 39 anni
Quando arrivi a questa età il livello di testosterone si riduce ed il tuo corpo potrebbe produrre meno spermatozoi. Perciò se un uomo ha 35 anni potrebbe produrre meno fertilità paragonato ad un venticiquenne. Ci sono anche delle possibilità di avere il DNA danneggiato, il quale potrebbe condurre a diversi problemi sessuali. Se eviti prodotti alla soia potresti incrementare la produzione di spermatozoi fino al 74%. Cerca di mangiare più fagioli e cibi ricchi di zinco.

Tra i 40 e 49
A questa età i livelli di spermazozoi diminuiscono dello 0.7% ogni anno. Questo significa che per arrivare alla fertilità della donna dovrai lavorare molto più duramente. Prova assumento vitamina B-12, potrebbe aiutarti.

Tra i 50 e 59
Seconodo gli studi effettuati nella Università di New York, a questa età la possibilità di avere un figlio con delle malformazioni si triplica. Perciò cerca di evitare gli antidepressivi, i quali possono peggiorare la situazione. Cerca di mangiare più insalata verde.

60 anni
A questo punto l’85% dei tuoi spermatozoi sono anormali e potrebbe piacerti andare a letto dopo una bella tazza di latte… pazzesco, non trovate?